Numero Verde 800 910 625

L’obesità “pesa” sulle  malattie reumatiche nelle donne, ostacolando la guarigione Ricercatori dell’Università Cattolica – Policlinico A. Gemelli di Roma hanno scoperto che la spondiloartrite a interessamento assiale - una malattia reumatica che colpisce colonna vertebrale e articolazioni sacroiliache, oltre alle articolazioni periferiche - si aggrava in caso di obesità e che le donne obese hanno meno chance di cura.

MALATTIE REUMATICHE: 200MILA ‘DISOCCUPATI PER DOLORE’

Disoccupati per il dolore causato dal danno articolare: sono circa 200mila gli italiani costretti ad abbandonare il lavoro o che non trovano più un'occupazione perché affetti da patologie reumatiche invalidanti. Si tratta soprattutto di pazienti con malattie come l'artrite reumatoide, l'artrite psoriasica o la spondilite anchilosante, che nell'arco di 5 anni dalla diagnosi in quattro casi su dieci si ritrovano senza impiego perché per colpa del dolore non possono più svolgere le loro abituali mansioni di impiegati, commercianti, artigiani, operai.

REUMATOLOGIA 2.0 ARRIVA L’APP GRATUITA DELL’ASSOCIAZIONE ANMAR 
Roma- Le nuove tecnologie in aiuto di chi soffre di malattie reumatiche. Arriva su tutti i terminali Android l’APP gratuita dell’Associazione Nazionale Malati Reumatici onlus (ANMAR), ricca di informazioni e punti di riferimento per le realtà regionali della penisola.
 

Dal congresso dell’American College ACR di San Diego
FIBROMIALGIA: TERAPIA MIGLIORA IL DOLORE IN CHI SOFFRE DI DEPRESSIONE

Pregabalin può migliorare significativamente il dolore nella fibromialgia nelle persone che sono anche in trattamento per la depressione, secondo una ricerca presentata al meeting annuale dell'American College of Rheumatology Annual di San Diego.

Dal congresso dell’American College ACR di San Diego
ARTRITE RUMATOIDE: USO DI INIBITORE DEL TNF DIMINUISCE IL RISCHIO DI INFARTO

San Diego: Pazienti con artrite reumatoide che assumono inibitori del fattore di necrosi tumorale ( chiamati anti - TNFs) per controllare la loro infiammazione correlata alla malattia hanno anche un ridotto rischio di attacchi di cuore , secondo i risultati di una ricerca presentata questa settimana al meeting dell'American College of Rheumatology di San Diego.

Il consumo di acidi grassi omega 3 contenuti nel pesce riduce per le donne il rischio di sviluppare artrite reumatoide.

Quasi un paziente con artrite reumatoide su tre, indipendentemente dall'età, sarà vittima di cadute almeno una volta all'anno, con il rischio di infortuni anche gravi. È il risultato di uno studio dell'Univeristà di Manchester, che offre per la prima volta una panoramica chiara dell'entità del problema.

I fumatori hanno una probabilità raddoppiata di sviluppare l'artrite reumatoide. Non solo: anche dopo aver smesso di fumare, i rischi rimangono maggiori per oltre 15 anni rispetto a chi non ha mai toccato una sigaretta. È il risultato di uno studio del Karolinska Institutet e del Karolinska University Hospital, in Svezia, pubblicato sulle pagine di Arthritis Research & Therapy.

Gli impacchi di fango potrebbero essere una valida alternativa per la cura dell'osteoatrite del ginocchio. È l'indicazione che emerge da una ricerca dell'Università di Badajoz, Spagna, pubblicata sulla rivista Rheumatology, che ha analizzato la letteratura scientifica pubblicata sull'argomento a partire dal 2000.

Un gruppo di ricercatori della Western University ha individuato il primo modello animale per l'Iperostosi Scheletrica Idiopatica Diffusa (Dish), seconda forma di artrite per diffusione dopo l'osteoatrite. La scoperta, pubblicata sul Journal of Bone and Mineral Research, aiuterà a comprendere i meccanismi che causano questa grave malattia, e permetterà di testare nuove terapie farmacologiche per combatterne lo sviluppo.

Le donne sane in post-menopausa non dovrebbero assumere integratori a base di vitamina D e calcio per la prevenzione delle fratture. È il risultato cui è giunta la U.S. Preventive Services Task Force (USPSTF), un comitato di esperti che ha il compito di suggerire al governo americano le politiche da attuare nel campo della prevenzione. Lo studio è apparso sulla rivista Annals of Internal Medicine.

Bottone_NewsIl dolore, acuto e cronico, è considerato una vera e propria patologia con un pesante impatto in termini di salute e qualità di vita e costi sociali stimati per l'Europa in 34 miliardi di euro annui. La spesa per la "malattia dolore" arriva a rappresentare il 2% del PIL dei Paesi Europei. Intervista a Gabriella Voltan Presidente ANMAR, Associazione Nazionale Malati Reumatici
Scaffale
Sinergia-dicembre-2017.smallcoverGiornale Ufficiale dell'Associazione Nazionale Malati Reumatici Dicembre 2017
Download  
Sinergia Settembre 2017Giornale Ufficiale dell'Associazione Nazionale Malati Reumatici Luglio 2017
Download  
sinergia cover dic 2016Giornale Ufficiale dell'Associazione Nazionale Malati Reumatici Dicembre 2016
Download