Numero Verde 800 910 625

L’importanza di una terapia efficace, sicura e tempestiva contro le malattie reumatiche: i successi della scienza e i vincoli dell’economia. Parla Giovanni Minisola, Primario Divisione di Reumatologia dell'Ospedale di Alta Specializzazione San Camillo di Roma, in occasione dell'incontro "Malattie reumatiche: verso una terapia dal volto umano".

Priorità nelle agende politiche sanitarie, attenzione alla qualità di vita sociale ed economica del paziente, e aumento dei fondi per la ricerca. Questi i punti principali delle raccomandazioni emerse al termine della “EU Presidency Conference on Rheumatic and Musculoskeletal Diseases”, l’assemblea organizzata dalla presidenza belga dell’Unione Europea in collaborazione con EULAR (European League Against Rheumatism) il 19 ottobre a Bruxelles.

Si chiama secukinumab, ed è un anticorpo che potrebbe aiutare i malati di artrite reumatoide a diminuire il gonfiore e il dolore alle articolazioni. La molecola è stata messa a punto dai ricercatori del Novartis Institute for BioMedical Research di Basilea (Svizzera), guidati da Franco Di Padova, ed è in grado di calmare l’infiammazione nei pazienti che soffrono di artrite reumatoide o di altre patologie autoimmuni, come l’uveite e la psoriasi. Le potenzialità dell’anticorpo, ancora alla fase sperimentale, sono state presentate su Science Translational Medicine.

Per per celebrare la Giornata mondiale del Malato reumatico, che quest’anno ha portato in primo piano le problematiche legate al lavoro, ANMAR Onlus, l’Associazione Nazionale Malati Reumatici che rappresenta gli oltre 5 milioni di malati reumatici italiani, ha organizzato diverse iniziative.

Per celebrare la Giornata mondiale del Malato reumatico sono numerose le iniziative messe in atto da ANMAR, l’associazione che rappresenta gli oltre 5 milioni di malati reumatici italiani. Queste iniziative verranno presentate in anteprima ai giornalisti nel corso della Conferenza Stampa in programma a Milano il 12 ottobre che vedrà la partecipazione di alcuni tra i massimi esperti nazionali.

Rispetto alla vicenda corruttiva che vede coinvolti medici e aziende farmaceutiche recentemente venuta alla luce grazie all’inchiesta della Procura di Firenze, l’Associazione Nazionale Malati Reumatici esprime una ferma condanna dell’accaduto. In un momento di profondi tagli in sanità, che colpiscono in particolare il settore farmaceutico, è intollerabile che le poche risorse disponibili siano utilizzate per scopi illeciti a discapito della salute dei cittadini.

Calcio di inizio anche in Italia per la campagna Back in Play, realizzata con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Malati Reumatici (ANMAR), volta ad accrescere, attraverso un gioco on-line, la conoscenza della Spondilite Anchilosante (SA), una malattia infiammatoria cronica della colonna vertebrale che colpisce prevalentemente gli uomini a partire dai 20 anni di età, i cui sintomi sono spesso difficili da identificare e facilmente confusi con il comune mal di schiena o con dolori dovuti a traumi sportivi e stiramenti muscolari.

I ricercatori della New York University hanno messo a punto un nuovo sistema non invasivo per diagnosticare l’osteoartrite già agli stadi precoci. Si tratta di una particolare Risonanza Magnetica per Immagini (Mri), basata sulla rivelazione degli ioni sodio presenti nelle cartilagini. La nuova tecnica è stata presentata sulle pagine del Journal of Magnetic Resonance.

Sono apparsi sulle pagine degli Annals of Rheumatic Diseases e di Arthritis & Rheumatism i nuovi criteri per la classificazione dell’artrite reumatoide sviluppati dall’American College of Rheumatology e dall’European League Against Rheumatism. Lo scopo è quello di migliorare la diagnosi, consentendo ai medici di identificare l’artrite reumatoide a stadi molto precoci, dando modo ai ricercatori di studiare trattamenti per la malattia già nelle fasi iniziali, prima che questa diventi cronica.

Il consumo moderato di alcol sembra ridurre sia i sintomi sia l'insorgenza dell'artrite reumatoide (AR). Lo affermano Gerry Wilson e James Maxwell dell'Università di Sheffield (Regno Unito) in uno studio pubblicato sulla rivista Rheumatology, il primo a mostrare gli effetti dell’alcool sulle malattie reumatiche nell’essere umano.

La Food and Drug Administration (l’agenzia statunitense che autorizza l’immissione in commercio dei medicinali sul mercato americano) ha approvato un nuovo farmaco per ridurre il rischio di ulcere gastriche nei malati reumatici trattati con anti-infiammatori non steroidei (i cosiddetti Fans).

Bottone_NewsArriva anche in Italia Reumaflex, la prima e unica somministrazione sottocutanea di metotressato per il trattamento dell’artrite reumatoide. Lo ha comunicato Alfa Wassermann in occasione dell’Eular, il congresso internazionale di reumatologia nei giorni scorsi a Roma. Storicamente assunto per via orale o intramuscolare, il metotressato è uno dei farmaci cosiddetti Dmars (Disease Modifying Anti-Rheumatic Drugs), in grado cioè di modificare il decorso della malattia e di migliorarne i sintomi. È impiegato da oltre cinquant’anni in monoterapia o in combinazione, e rimane ancora il ‘gold standard’ nel trattamento dell’artrite reumatoide.
Scaffale
Sinergia Settembre 2017
Giornale Ufficiale dell'Associazione Nazionale Malati Reumatici Luglio 2017
Download  
sinergia cover dic 2016
Giornale Ufficiale dell'Associazione Nazionale Malati Reumatici Dicembre 2016
Download

 
sinergia cover dic 2015
Giornale Ufficiale dell'Associazione Nazionale Malati Reumatici Dicembre 2015
Download